Progettazione Schede Elettroniche

Progettazione schede elettroniche per qualsiasi applicazione. La nostra attività è indirizzata alle piccole e medie aziende con svariate necessità. Lo sviluppo di una  scheda elettronica ben progettata moltiplica x2 il successo della vostra macchina.

Oltre 500.000 schede elettroniche Bernini Design funzionanti in 32 nazioni seguendo con rigore:

1) DEDIZIONE al cliente  2) DISCIPLINA della mente   3) DEVOZIONE agli obbiettivi

Bernini Mentore progettazione schede elettroniche a specifica cliente

GOOGLE+  FACEBOOK   PROFILO

CHIAMA ORA 3357077148

BERNINI DESIGN ROMANIA SRL

 Calea Chisinaului 32A, 700182 IASI  

J22/275/2013 - Tel 0040 721 241 361   

support@bernini-design.com

BERNINI DESIGN ITALIA SRL

ZAI, 46035 Ostiglia IT01453040204

REA: 160185 Tel 0386 31445

 bernini@bernini-design.com

Usare il  PLC oppure una scheda dedicata?

Questa è la domanda tipica; quando scegliere un PLC oppure un scheda dedicata. Ecco una serie di osservazioni.

IL PLC HA SOPPIANTATO LA LOGICA A RELE' DA DIVERSI ANNI, MA SOPRATUTTO HA ENORMEMENTE RIDOTTO L'USO DI SCHEDE SVILUPPATE SU SPECIFICA CLIENTE.  TROVATE DI SEGUITO UNA GUIDA. ESSENDO LA MATERIA COMPLESSA POTETE CONTATTARCI, SENZA IMPEGNO, PER UN PARERE TECNICO.

CHIAMA ADESSO

3357077148

1- IN FASE DI SVILUPPO. Risulta certamente conveniente un PLC. Aiuta molto a mettere in funzione la vostra macchina. Vi permette di capire la complessità d'insieme. Vi permette di analizzare a fondo il numero e le caratteristiche degli ingressi ed uscite.

2- ANALISI DEL COSTO. Una volta in funzione potete fare il calcolo delle ore uomo necessarie alla installazione e della somma dei costi di tutti i moduli necessari al PLC per funzionare. Se si superano le 15 installazioni annue ed il numero degli I/O è inferiore a 12, conviene una scheda dedicata. Da considerare i costi dovuti all'ingombro  od dal fatto che il PLC ha sempre una configurazione minima che a volte inalza inutilmente il costo della vostra applicazione.

3- FASE FUNZIONALE IN CAMPO. Analizzate se occorrono spesso modifiche al programma o se sono necessari adattamenti funzionali di ingressi ed uscita. In questo caso una scheda dedicata a 32 bit con aggiornamento remoto via TCP-IP risulta vantaggiosa. Potrebbe emergere la necessità di dotare le uscite di protezioni elettriche intelligenti (vovratensioni o sovracorrenti); questo risulterebbe particolarmente costoso per un PLC.

4- CARATTERISCICHE AMBIENTALI. Se le condizioni operative sono estreme in termini di sbalzi temperatura, vibrazioni ed umidità, la scelta va a favore di una o più schede elettroniche progettate per lo scopo. Una scheda dedicata può essere ottimizzata per consumi di corrente irrisori. Questo è un vantaggio enorme in caso di cadute tensione. Evita di aggiungere costosi sistemi di back-up.

5- FUNZIONI PARTICOLARI. Si consiglia una scheda elettronica nei seguenti casi: sono richieste funzioni particolari di misura o trasduzione, consumi di corrente molto bassi, ingombri ridottissimi, isolamenti superiori a 4kV, impiego automotive, impiego medicale, teletrasmissione segnali, sistemi TCP-P, uso su macchine operatrici, piccoli strumenti di misura, controllo piccoli elettrodomestici, domotica, agronica, caldaie murali a gas, contatori di energia, centraline controllo motore e centraline irrigazione e sistemi alimentati da piccole batterie.

Progettazione sistemi elettronici completi chiavi in mano per un successo immediato

 La progettazione schede elettroniche per uso industriale è una attività molto critica. Si tratta solitamente di piccole schede. In maggior parte condizionatori di segnale o particolari moduli di conversioni dati o protocolli. In questa foto un server GATEWAY per aggiornare il software a distanza a mezzo di cellulare GSM.

PER IL SETTORE AGROALIMENTARE

Controllo posizionamento satellitare, sistemi di protezione dei motori diesel, sistemi automatici di semina, sistemi automatici di irrigazione, controllo condizionamento delle serre, sensori di umidità, sensori di pressione e temperatura, sistemi automatici di mungitura, controllo funzionamento macchine agricole, data loggers raccolta dati, sistemi di telecontrollo e condizionamento segnale, schede di interfaccia per comandi pneumatici ed idraulici, cruscotti di controllo, segnalazioni luminose intelligenti, avvisatori acustici e luminosi, sensori prossimità, sistemi di allarme, sistemi elettronici per le segherie.


PER IL SETTORE PACKAGING

Sistemi pesatura, dosaggio imballaggio, controllo macchine e linee di produzione pasta, cruscotti macchine impastatrici, controllo macchine per confenzionamento sottovuoto, sistemi imbottigliamento, sensori per il settore enologico, schede intelligenti di interfaccia comandi idraulici elettrici e pneumatici, sensori ottici di riempimento, rivelatori di gas nocivi, rivelatori di particelle solide, sensori speciali a contatto con prodotti alimentari, sensori per il controllo accurato di parametri fisici.


PER IL SETTORE CIVILE

Controllo elettrodomesici, sistemi centralizzati aspirazione e condizionamento, domotica in generale, sistemi di allarme ed intrusione, illuminazione, controllo centrali termiche, gestione impianti solari, energie alternative.


PER IL SETTORE MEDICALE

Sensori speciali ottici ed acustici, sensori di grandezze biometriche, controllo autoclavi sistemi di sterilizzazione, monitoraggi multiparametrici, sistemi di dialisi, nutripompe, carrozzine elettriche, sollevatori elettrici, materassi antidecubito, controllo pompe a siringa, pulsossimetri, controllo pomoni di acciaio, apparecchiature per scopi cosmetici ed apparecchiature analitiche.


PER LE COSTRUZIONI

Controllo gru e carriponte, cruscotti macchine operatrici, controllo e protezione motori diesel, controllo e protezione motori elettrici, schede controllo per piattaforme aeree, elevatori da cantiere, controllo dumper, perforazione pozzi, ascensori industriali.


PER IL SETTORE AUTOMAZIONE

Risulta molto difficile  stilare esempi di impieghi di schede elettroniche per il settore della automazione. La parola stessa automazione include la dipendenza al 99% dalla elettronica. Sarebbe come dire quando vengono usate le parole in un dizionario. Logico pensare che le parole sono il dizionario. Logico dire che la automazione solo le schede elettroniche progettate e concepite per svolgere la automazione del sistema. Per capire meglio occorre allacciarsi al concetto di LAYERS ovvero STRATI. Un po come delfinire le comunicazioni INTERNET. Esistono diversi STRATI tecnologici per avere INTERNET funzionale tra le nostre mani. Un insieme di strati software ed hardware che implementati in un cero modo permettono a INTERNET di fornire un servizio utle alla umanità. La definizione di LAYER la trovate in questa pagina WIKIPEDIA. Ebbene, potremo dilungarci all'infinito nel descrivere con parole chiave dove la nostra attività di progettazione schede elettroniche si inserisce. Molto semplicemente possiamo riassumere il concetto in questo modo. In qualsiasi contesto in cui una idea più o meno tecnologica ha una interazione con il mondo fisico,  una scheda elettronica ben progettatata permette la applicazione della idea. Per tanto che sia complicata una applicazioine del settore della automazione ci sarà sempre un dispositivo elettronico che ne permetta il funzionamento. In altre parole avremo un bel da fare!

 


LA STORIA DELLA PROGETTAZIONE ELETTRONICA

In passato si poteva considerare la progettazione schede elettroniche una attività chiusa in se stessa. Come ad esempio la attività di un consulente di traduzioni in una particolare lingua. Si fornisce il testo in italiano ed il consulente di ampia professionalità traduce il tutto non da dizionario. Il traduttore professionale crea un ambiente di lettura adeguato per l'utente a cui è indirizzato il prodotto. Questo era vero per l'elettronica. In passato bastava indicare uno schema elettrico oppure descrivere le funzione ed il progettista di schede elettroniche sviluppava i prodotti. Purtroppo questa filosofia di lavoro non è più valida. Oggi ci sono parametri nuovi che entrano in gioco. Il mercato globale richiese un export in svariate nazioni; occorre perciò una affidabilità totale.

AFFIDARSI A BERNINI DESIGN

La progettazione di schede elettroniche affidata alla Bernini Design riduce drasticamente la entrata sul mercato del vostro prodotto. Ogni fase della progettazione è sincronizzata con la  nostra attività manifatturiera. La nostra struttura comprende laboratori per prove di affidabilità, prove distruttive, camere climatiche e complessi sistemi di simulazione. Ogni emergente necessità in fase di progettazione è trasmessa in tempo reale ai laboratori. Il feed back immediato corregge il corso della progettazione prevenendo ritardi o grossolani errori di valutazione. La vasta esperineza di progettazione elettronica in svariati settori è un enorme cuscino ammortizzatore che riduce i costi ed i tempi esecutivi della progettazione schede elettroniche. Non è cosi semplice gestire dei ricambi dall'altra parte del mondo. Il mercato globale è una giungla di normative e limitazioni di impiego; è necessaria perciò una conoscenza globale di tutte le normative a livello mondiale. La progettazione schede elettroniche deve tenere conto dei costi di produzione; sempre più verso il basso. In sostanza, la attività di progettazione schede elettroniche dovrebbe essere eseguita da una struttura che ha una visione ed una esperienza quotidiana con la progettazione, la produzione, il mantenimento dei prodotti sul mercato.


LA NOSTRA PROCEDURA

La progettazione elettronica conto terzi è una attività che deve essere condotta insieme al cliente (denominata terza parte). Il cliente conosce i dettagli delle necessità del prodotto. Noi trasformiamo queste necessità in soluzioni pratiche. Rendiamo in un certo senso viva la macchina in cui viene installato il prodotto da noi progettato. Il cliente esprime le necessità in termini funzionali hardware e software. Noi proponiamo degli schemi elettrici, dei diagrammi di flusso di funzionamento, delle bozze che illustrano fisicamente il prodotto, dei manuali o delle guide di utilizzo e tutto quanto per fare capire al cliente come si dovrebbe presentare il prodotto. Sempre più, perciò, una attività di collaborazione. Inizia poi una fase in cui si presenta un prototipo da installare sulla macchina o sul sistema destinatario. Inizia una fase di collaudo più o meno complessa.


PROGETTAZIONE ELETTRONICA E COLLAUDI

In casi particolari il collaudo è eseguito da una postazione remota, spesse volte il nostro centro studi e ricerche. Per mezzo di sistemi intelligenti remoti possiamo collaudare il prodotto a distanza. Non risulta necessario trasferire del personale per fare aggiornamenti al prodotto. Il prodotto è progettato appositamente per essere sviluppato e migliorato a distanza. Grazie ai protocolli TCP-IP che comunicano via INTERNET, possiamo perciò ottimizzare un progetto a distanza. Alla fine dei test possiamo tuttavia prevedere una fase di produzione preliminare. Si tratta di alcuni campioni 100% uguali a quelli previsti per la produzione di serie. Possono essere installati sul prodotto finale ed eventualmente controllati a distanza per correggere errori minori della automazione. Passiamo infine alla produzione della scheda elettronica su piccola, media o larga scala. Lo scopo della progettazione è soddisfare le esigenze del cliente. Sottolineamo l'importanza di vedere il risultato del lavoro della nostra progettazione elettronica.


PASSATO E PRESENTE

Negli anni 70 si poteva andare ai mercatini della elettronica e comperare a 'peso' schede elettroniche di varia natura, specialmente da vecchi computer o sistemi di registrazione dati su nastro. Era un periodo di grande fermento. Molti 'hobbisti' toglievano componenti interessanti da queste schede essenzialmente di produzione americana. Iniziavamo ad entrare in modo preponderante i primi sistemi a microprocessore. Allora c'era una febbrile attività di progettazione schede elettroniche di qualsiasi tipo e natura. Nascevano anche i primi tools di progettazione circuiti stampati su work stations. La continua evoluzione della elettronica impone la presenza di svariati componenti in grado di svolgere molteplici funzioni. E' cambiata l'economia e l'elettronica in Italia si adegua. Non si progettano più le centinaia di schede digitali per anno ma ci si concentra su prodotti speciali, con produzioni limitate ad alcune centinaia di pezzi anno. L'Italia è in grado di proporre oggetti speciali. E negli oggetti speciali trova sempre più spazio l'elettronica. Bernini Design è in grado di aiutarvi a sviluppare schede elettroniche competitive e tecnologicamente avanzate.  PROGETTAZIONE HARDWARE